Focaccia di Recco agli Open di golf

Si è alzato il sipario sul 74° Open d’Italia, la più importante manifestazione nazionale di golf

, evento principale del Progetto Ryder Cup 2022. Il torneo, inserito tra gli otto delle Rolex Series dell’European Tour, avrà per la prima volta un montepremi di sette milioni di dollari! Si disputerà al Golf Club Milano, nel Parco di Monza, da giovedì 12 ottobre a domenica 15 e sarà anticipato mercoledì 11 dalla Rolex Pro Am. L’Open d’Italia è il cuore del Progetto Ryder Cup 2022, il cammino del golf italiano verso la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra 5 anni a Roma, presso il Marco Simone Golf & Country Club. Tantissimi i campioni in gara per un field senza precedenti. Difenderà il titolo Francesco Molinari, che guiderà la folta rappresentanza azzurra.

In questo grande evento quest’anno ci sarà anche il Consorzio della Focaccia di Recco, vicino all’Hamburger di Meataly La Granda (nato dalla collaborazione fra Eataly e La Granda), associazione di allevatori che hanno dato vita ad un progetto di rilancio della razza bovina piemontese.

Per la presentazione ufficiale del 74° Open d’Italia, ospitata dal Palazzo della Regione Lombardia a Milano, sono intervenuti Luca Lotti, Ministro per lo Sport; Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia; Giovanni Malagò, Presidente del Coni; Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf; Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022; Luigi De Siervo, Amministratore Delegato Infront Italy.

Personaggi di spicco che il Consorzio recchese senz’altro avrà il piacere di ospitare nel proprio spazio allestito nel Parco di Monza, proprio di fronte alla Club House e al palco centrale, dove si svolgerà il  74° Open D’Italia. L’ingresso per il pubblico sarà gratuito: una festa di sport per tutti, con tante iniziative in programma sia per gli appassionati di golf sia per chi si avvicinerà per la prima volta a questa disciplina. Sono attese decine di migliaia di persone da tutto il mondo.

Dopo le entusiasmanti partecipazioni a Bra per Cheese Slow Food e in Fiera a Genova per il Salone nautico internazionale, ora un’altra importante occasione di promozione pe rportare la vasto pubblico la fama di Recco,  Città che ha dato il nome alla focaccia col formaggio.

“La Focaccia di Recco, con l’ottenuta tutela europea, è entrata nell’Olimpo della produzione agroalimentare europea, diventando uno dei prodotti d’eccellenza che rappresentano l’Italia nel mondo”, ed il Consorzio, suo ambasciatore nel mondo, ne porta la storia e tradizione ai grandi eventi, ai media e dove le istituzioni lo chiamano affinchè con la produzione a vista della focaccia col formaggio, ne faccia apprezzare al vasto pubblico il sapore, la fragranza e l’inconfondibile profumo. Un invito per venire in Liguria, nel territorio di origine della Focaccia di Recco col formaggio, a Recco, Camogli, Sori e Avegno, dove si respira la storia della sua tradizione.

La storia ci dice che la focaccia col formaggio ha radici antiche in queste località, una tradizione secolare in cui capacità ed abilità dei produttori aderenti al Consorzio hanno reso rinomato questo prodotto, indissolubilmente legato al territorio ed al proprio al nome, l’indicazione geografica protetta, Recco.

la Focaccia di Recco col Formaggio I.G.P. è un grande valore aggiunto, riconosciuto solo nei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno e alle attività consorziate: ristoranti a Recco “Alfredo”, “Angelo”, “Da Lino”, “Da O Vittorio”, “Del Ponte”, “Manuelina”, “Vitturin”, “Focacceria Manuelina”. Ristoranti di Sori: “Edobar”; “Il Boschetto”. I panifici e asporti: “Moltedo G.B,”; “Moltedo Luisa”;  “Tossini” (a Recco e Sori). Revello focacceria a Camogli.

ultimi articoli nelle categorie