Piantek, e chi lo ferma?

Sono subito tutti pazzi per il super bomber polacco, oggetto semi misterioso per chi non conosce

il calcio al di là della vecchia cortina di ferro. Kristof (in italiano Cristoforo, come Colombo, un nome desueto da noi, in voga dalle parti di Varsavia) Piantek (in polacco significa “venerdì”) è la vera rivelazione del Grifone. Pagato cinque milioni di euro dalla seconda squadra di Cracovia (la prima è lo storico, blasonato e glorioso Wisla), nell’ultimo campionato polacco è stato il capocannoniere. 26 centri nell’ExtraKlasa, tanto che l’ex ct della nazionale “bipenna”, Nawalka, lo mise nella lista dei 35 per il mondiale in Russia. Ma poi prevalsero i big Milik, Lewandowski, Teodorcyk e Kownacki della Sampdoria.
Al Genoa è partito in quarta: capocannoniere nelle amichevoli estive, un poker di reti al Lecce in coppa Italia, e quindi subito in gol in serie A prima all’Empoli e poi doppietta al Sassuolo. Insomma, Piantek è l’uomo copertina, tanto da essere chiamato in nazionale polacca contro l’Italia venerdì sera a Bologna per l’esordio azzurro nella “Nations League”. 

ultimi articoli nelle categorie