Ateneo con meno iscritti

Sarà per il numero chiuso, per il continuo calo di abitanti della nostra città, per i sempre più cassa integrati 

che costringono diverse famiglie a un trasloco forzato da Genova o ancora alla difficoltà di trovare un lavoro una volta avuto il pezzo di carta tra le mani, ma i dati sono lapalissiani: calano ancora gli iscritti all'Università di Genova, un dato in controtendenza rispetto agli anni novanta e ai primi Duemila, quando le matricole aumentavano sempre di più.
Negli ultimi due anni accademici, il 2011/12 e il 2012/13, ci sono meno matricole. Sono 33 mila gli studenti totali registrati quest'anno a fronte di un calo del 6,9% rispetto all'anno precedente. 
Significativa la diminuzione degli iscritti al primo anno di corsi dove la riduzione dei posti disponibili ha portato ad un calo pari al 9,1%. Il minor numero di iscritti è figlio anche della trasformazione a "numero programmato" di alcuni corsi precedentemente ad accesso libero e di forte richiamo per i neodiplomati liguri. 
In questa chiave si deve leggere il meno 16% registrato a Scienze Sociali, mentre la riduzione dei banchi disponibili in Farmacia, Infermieristica (50 in meno quest'anno) e biologia, hanno inciso nel numero di studenti totali. 
Resta libero l'accesso alle facoltà umanistiche, dove si è registrato un vero e proprio boom di donne over 30 alla ricerca di una seconda laurea per lavoro o per puro intelletto.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport