La storia della sinistra a Palazzo Ducale

Pd e Sel, un'allenza che scotta

Pd e Sel, un'alleanza che scotta

Pci, Pds, Ds, ora Pd e domani? Giovedì 31 ottobre, a palazzo Ducale, si discute di questo e altro

ancora. Sulla sinistra socialista e sulla vicenda del Psiup per quarant’anni è calato il silenzio. Ora a distanza di pochissimo tempo sono in libreria addirittura due saggi,  Socialismo in Movimento - Il Psiup e la sinistra degli anni Sessanta, di Enrico Baiardo, edito da Erga, e Il Partito provvisorio. Storia del Psiup nel lungo Sessantotto italiano di Aldo Agosti, professore emerito di Storia contemporanea all’Università di Torino, edito da Laterza. 
Il Psiup – che quando divenne partito contava oltre 150mila iscritti e che confluì nel Pci con circa mezzo milione di voti - coltivò l’idea di poter riversare le suggestioni di un più vasto movimento intellettuale all’interno della sinistra italiana. Il Partito Provvisorio analizza la gli otto anni di vita del Psiup dalla sua origine mentre Socialismo in movimento contiene anche una ricostruzione del centrosinistra a Genova (andrà notato che sulle Giunte comunali guidate per ben otto anni dal sindaco Augusto Pedullà, nessuno si era ancora misurato). Ci si può chiedere se esistano parallelismi con l’attuale situazione politica che possano essere di monito e di lezione per l’odierna Sinistra. Se si osservano i problemi irrisolti delle riforme, del rapporto partiti/nuovi movimenti, delle inedite forme di partecipazione, la risposta può essere affermativa (pur nelle mutate condizioni socio-economiche) e l’incontro del 31 ottobre non potrà certo prescinderne. 
Insieme a Enrico Baiardo intervengono Giampiero Cama, professore di Scienze Politiche all’Università di Genova, Antonio Gibelli, professore di Storia contemporanea all’Università di Genova, Roberto Speciale, presidente Centro in Europa e Fondazione Casa America. 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport