Mentre Genova festeggia lo sbarco di Esselunga...

“Il presidente Toti e il sindaco Bucci non ci fraintendono: noi non siamo contro il commercio. Tutt’altro, benché nei centri cittadini ai colossi della grande distribuzione preferiamo senza ombra di dubbio che si favoriscano i negozi di prossimità. Quei negozi e quelle botteghe che in certi post vengono difesi a spada tratta per convenienza politica, salvo poi pugnalarli alle spalle con il via libera all'ennesimo centro commerciale. Ma questa è un'altra storia. Siamo invece certamente contro l’avventatezza in tutte le sue forme, visto che siamo ancora in emergenza pandemica, e quanto visto oggi in via Piave per l’inaugurazione dell’Esselunga non è assolutamente tollerabile”, dichiarano il capogruppo regionale Fabio Tosi e il consigliere comunale Stefano Giordano. 

“Permettere che alla festa del nuovo centro commerciale si siano accalcate così tante persone senza rispetto alcuno per le normative vigenti è da irresponsabili. Considerate le disposizioni riguardanti il Covid-19, infatti, che prevede “ingressi contingentati negli esercizi commerciali, nei locali pubblici e aperti al pubblico” e considerato che il sindaco e il presidente della Regione dovrebbero essere, a nostro parere, esempio per tutti i cittadini, ci sembrano incredibilmente fuori luogo gli assembramenti che si sono verificati in via Piave a Genova. Nelle immagini pubblicate dai media locali a corredo degli articoli relativi all'inaugurazione, infatti, si vedono bene i nostri amministratori in mezzo alla folla, manifestando in questo modo la loro inadeguatezza nel gestire la pandemia e trasgredendo a tutte le norme”, concludono Tosi e Giordano.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport