Dal 2 luglio assegno unico per 35 mila famiglie genovesi

E' solo una fase transitoria, sei mesi in cui il Governo capirà l'andamento di questa nuova elargizione: l’assegno unico per i figli in partenza dal prossimo 2 luglio, il giorno dopo il Green Pass europeo.
Approvato ieri per decreto dal Consiglio dei Ministri, si tratta comunque di un “assegno ponte” erogato dal alle famiglie con figli da zero a 18 anni. Poi dal primo gennaio 2022 diventa permanente e universale, incardinato nella riforma fiscale in sostituzione di detrazioni e bonus esistenti che per ora dunque non vengono abrogati, ma restano in vigore fino a fine anno.
L’assegno ponte è legato esclusivamente all’Isee fino a 50 mila euro e al numero di figli. L’importo massimo mensile è 167,5 euro per primo e secondo figlio, maggiorato del 30% dal terzo figlio in poi. E dunque l’importo massimo per famiglie con due figli raddoppia a 335 euro. Più che triplica a 653 euro con tre figli. L’importo cala al crescere dell’Isee. E si azzera con Isee oltre 50 mila euro.
"Non dimentichiamo che da un lato si dà e dall'altro si toglie, infatti sono stati conglobati diversi bonus sotto l'etichetta di assegno unico per i figli - osserva l'esperto tributarista genovese Guglielmo Bonanno - Molto importante, da aggiungere questo aspetto: l’assegno è destinato a tutte le famiglie escluse dagli assegni familiari, percepiti invece dai lavoratori dipendenti". 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport