Assegno Nucleo Familiare: mesi cruciali

Dagli sportelli genovesi del sindacato Fenapi, il tributarista genovese Guglielmo Bonanno osserva che, in merito all'Assegno Nucleo Fmiliare, bisogna prestare la massima attenzione, perchè si tratta di una normativa in evoluzione, che bisogna essere aggiornati sull'evolversi della situazione. Dai palazzi romani le sorprese non mancano mai.

Si tratta di un sostegno economico per i nuclei familiari, esso dura un anno solo ed ogni anno, al primo luglio, per il rinnovo, vanno comunicati i redditi dell'anno precedente (in questo caso il 2020). Non tramite Isee, ma tramite 730 e/o Cud. <Dallo scorso primo luglio è cambiato tutto. Fino al 31 dicembre vi è l'assegno ponte, poi entrerà in vigore l'Assegno Unico Familiare, che raggruppa vari bonus> osserva Bonanno.
In presenza dei requisiti previsti dalla Legge, l’assegno spetta dall’inizio dell’attività lavorativa ovvero da quando si verificano le situazioni che determinano il diritto all’assegno (ad. es. matrimonio, nascita di un figlio) nei limiti della prescrizione quinquennale. Essa subentra nei casi quando una famiglia ha genitori separati: occorre una firma di autorizzazione di uno dei genitori, e vale appunto cinque anni.
La domanda di Assegno per il Nucleo Familiare deve essere presentata dal lavoratore all'INPS attraverso il servizio online dedicato o tramite i servizi telematici offerti dagli enti di patronato.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport