Tutti alla conquista del mercato tedesco

Già ad oggi 44 imprese alimentari della Liguria hanno dato la loro adesione alla giornata di incontri promossa da Cna

Liguria, in partnership con la Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco di Baviera. L’iniziativa realizzata grazie al finanziamento della Regione Liguria tramite la società Liguria International prevede un’introduzione della stessa camera di commercio e di esperti tedeschi del settore alimentare (parlano tutti la lingua italiana!) sulle leggi, gli usi, le abitudini e i gusti del mercato tedesco, poi si aprono gli incontri diretti e assistiti. Cna ha predisposto anche una area “tasting” per gli assaggi dei vari prodotti: Vino, pasta, pesto e condimenti, conserve, salumi, formaggi, dolci, ecc.

“Siamo veramente soddisfatti dei risultati ottenuti” dice Laura Viacava di Cna, infaticabile organizzatrice dell’evento “ sono convinta che domani arriveranno ancora altre adesioni e che molti arriveranno direttamente giovedì senza averci preventivamente inviato la scheda d’adesione. Noi non cacciamo nessuno, solo che con la scheda facciamo prima e organizziamo meglio gli assaggi e la dimostrazione delle campionature”.

Le imprese aderenti arrivano da tutta la regione e sono ben distribuite e rappresentative tra le quattro province liguri. La parte tedesca è un vero colosso dell’importazione si tratta della società “VIANI” di Goettinghen , società altamente specializzata nell’importazione in Germania di prodotti alimentari italiani di qualità. Una vera certezza schierata con Janna Khune direttore dell’uffico acquisti e Annekathrin Wolpers direttore Marketing insieme a Remo Viani, attuale presidente e nipote del fondatore della società.

“Il forte successo di adesioni dimostra alcune cose importanti, la prima e più importante delle quali è che le imprese sono alla disperata ricerca di nuovi sbocchi di mercato all’estero, vista anche la caduta verticale del mercato interno” continua la dott. Viacava di Cna Liguria “La seconda è che per le piccole imprese occorre in primo luogo riscuotere la loro fiducia e Cna indubbiamente la riscuote e soprattutto occorre proporre modalità che non siano la miniaturizzazione di politiche pensate per le grandi imprese, ma in iniziative fatte come queste, ritagliate su misura per le possibilità e le esigenze dei piccoli produttori, individuando partners esteri seri e credibili, assistendo e accompagnando le imprese. E’ un vero peccato che le istituzioni non incentivino maggiormente questo tipo d’iniziative, perché ne trarrebbe beneficio soprattutto la nostra economia e l’occupazione.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport