L'inflazione frena

I ristoranti che abbassano pranzi e cene, i bar che calano il prezzo delle colazioni e via dicendo. A Genova, a sorpresa

  scende l'inflazione e il capoluogo ligure resta in linea con i dati degli altri capoluoghi di regione. L'ufficio statistiche del Comune di Genova conferma che il tasso tendenziale di inflazione, che a fine 2012 registrava un valore pari al 3,5 per cento, ora è sceso di ben due punti, stoppandosi all'1,6 di giugno. La discesa è ancora più netta se il confronto si fa con il giugno del 2012 quando il tasso era del 4,1 per cento. Finalmente, una piccola notizia postiva per i genovesi, alle prese con un periodo nero come la pece sotto tutti i sensi, ultimi i dati relativi all'Imu, tra le maggiori in Italia.
I beni del settore energetico hanno registrato il calo maggiore, mentre nel settore dei servizi l'inflazione incomincia a cedere il passo rispetto alla fine del 2012.Pane, carne, latte, pesce e altri cibi di primo consumo, qui l'inflazione oscilla al 2,6 per cento, un punto in più rispetto all'indice generale, che trova sugli stessi valori i prodotti "a media frequenza": 1,5 per cento. Male il dato che riguarda gli elettrodomestici, le auto, le tv, i cellulari, fino ai computer.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport