Strategie alla Carige

Chi sarà il successore di Giovanni Berneschi alla guida della Banca Carige? Da giorni in città non si parla d'altro

negli ambienti che contano, nonostante siamo entrati nella settimana di Ferragosto, quella dove in teoria non si dovrebbe parlare di lavoro per ricaricare le pila in vita della nuova stagione.

In pole position, secondo i bene informati, ci sarebbe una premiata ditta, formata dall’ex presidente della Provincia di Genova Sandro Repetto (area Margherita del Pd) e dall’attuale vicepresidente della Fondazione Carige, Pierluigi Vinai (NELLA FOTO IN ALTO A SINISTRA), ex candidato sindaco di Genova in quota Pdl e fortemente cattolico.  Si parla che il primo occuperà il ruolo di presidente e il secondo vicepresidente (al posto quindi di Giovanni Berneschi e Alessandro Scajola, il fratello dell'ex Ministro dell'Interno Claudio).
Intanto si scalda il clima in vista della partita chiave dei prossimi mesi all’ombra della Lanterna che sarà quella per il nuovo consiglio di amministrazione della banca (il famoso cda azzerato ai primi di agosto dopo le dimissioni di 8 consiglieri su 15). Nessun dubbio che il primo rinnovo riguarderà il cda della banca rispetto a quello della Fondazione Carige, l’ente che controlla il 47% dell’istituto, che pure scade il 20 settembre. Oltretutto, alla guida di una Fondazione nella pienezza dei suoi poteri, c’è un presidente, Flavio 
Repetto, il cui mandato scade nel 2016. Quindi si procederà prima con la banca e dopo ci si dedicherà al cda della Fondazione. 

 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport