Sirianni: la dignita' di Berneschi

Giovanni Berneschi

, possiamo dire così: la dignità di Berneschi. Si è conclusa la sua lunga avventura professionale durata 57 anni

a capo della Carige. Se ne è andato, a testa alta, nonostante nei giorni passati e nelle ultime settimane si sia riversato su di lui una lunga, ingiusta serie di accuse, di veleni e sospetti. Niente di tutto questo. Nel suo "discorso d'addio" Berneschi ha spiegato, ha raccontato il suo lungo percorso di capo, senza rancore verso alcuno (e ne avrebbe avuto ragione), senza usare parole dure. Solo puntuali riflessioni, precise puntualizzazioni. Insomma: un'uscita dignitosissima. E tanti sono stati gli applausi che hanno risuonato nel vecchio palazzo della Borsa. Ora arriva un altro presidente, più alto, più nobile di casato. Tutto diverso da quel piccolo ragioniere che era entrato 57 anni fa in Carige...
Resta il ricordo di un uomo come Berneschi che, forse commettendo anche qualche errore (e chi non lo commette?) ha segnato la vita della più grossa banca ligure e ha salvato tante persone, singole e legate a imprese o aziende. E che tutto questo non è stato minimamente riconosciuto, confermando le cattiverie, le malignità, il basso livello mentale di una città sempre più senza identità. Arrivederci, presidente Berneschi.

Vittorio Sirianni

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport