L'ambizioso Panathlon Recco

Un panorama di Recco

Un panorama di Recco

Lo ha assicurato il sindaco di Recco, Aldo Capurro, in occasione di una importante riunione del “Panathlon Recco

– Golfo Paradiso”, nel quale è anche entrato come socio di lusso: <Faremo la grande piscina di Recco, sul mare, anche se ci sono da risolvere alcuni problemi soprattutto riferiti alla concessione demaniale che vale “solo” per vent’anni. Ed è difficile che un privato impegni tanti capitali per un periodo così limitato. Supereremo questo ostacolo ed avremo una delle grandi piscine italiane degne dei nostri campioni e della nostra città>.
Recco, di questi tempi, sta davvero diventando una vera “capitale dello sport”. Da una parte lo scatenato Angelo Barreca, presidente della Pro Recco, inventa iniziative curiose nel “club dei vip” (appunto da lui creato) ha ingaggiato nomi illustri da Bud Spencer a Fabio Fazio, da Karolina Kostner a Piero Chiambretti. Del resto, con alle spalle un altro “scatenato” Volpi, le cose vanno a gonfie vele. Ebbene: dall’altro lato, più strettamente etico e…meno mondano ecco il nuovo “Club Recco – Golfo Paradiso” (con presidente un antico play boy di razza, tal Adelio Peruzzi), che ingaggia nuovi soci e si amplia verso obiettivi etici sempre più interessanti. Il “cuore e l’anima” del Club si chiama Giorgio Costa, oggi Governatore dell’Area 4 della Liguria e ambasciatore nel mondo anche di questo Panathlon recchellino. Ultimamente è stato a Gard e ha presentato la “carta etica del Panathlon”, ricevendo consensi unanimi.
<Lavoriamo molto bene – afferma Costa – Recentemente il Panathlon ha elaborato la carta dei doveri dei genitori nello sport che li fa riflettere sul comportamento che devono avere verso i figli>. Ma non solo: la Regione Liguria ha riconosciuto il Panathlon International e l’Area 4 Liguria come partner ideale per l’applicazione dei principi di etica sportiva.
Costa ne ha elencati alcuni: possedere un’adeguata struttura dirigenziale delle società, organizzare incontri educativi e altri obiettivi ancora.
Intanto, sere or sono, appunto, in occasioni della riunione recchellina, ecco i nuovi soci del club Golfo Paradiso: oltre al sindaco, è stato inserito anche l’assessore allo sport di Recco, Gian Luca Buccilli (impegnato in questi giorni per le elezioni…paitiane) molto contento del gagliardetto Panathlon, il professor Lorenzo Marugo, medico, atleta, recordman, con traguardi straordinari, grande appassionato di focacce al formaggio. A proposito della quale, ecco l’altro nobile e giovane socio: Mattia Bisso, giovane “principe” del ristorante “Vittorio”, che probabilmente sarà la sede del nuovo Club Recco – Golfo Paradiso. Nuovo ingresso anche per l’ex sindaco di Sori, Luigi Castagnola, pluricampione di pallanuoto, antico eroe di queste vallate. E infine due dolcissime signore, sportive e di grande fascino: Loredana Michelini (ha nettamente battuto sul risotto ai carciofi il marito Lorenzo Marugo) e l’elegante signora del golf Pucci Bozzi. Non mancavano alla riunione il Governatore d’Italia, Federico Ghio, il dirigente ma sempre verde Ravina, il presidente del Panathlon Rapallo – Tigullio Occidentale, Spanu. Tanti soci, dunque, club che si sta ampliando e sta gettando le basi per molte iniziative: lo stesso Giorgio Costa (assistito dalla sua first lady di Rapallo, Ivana, uno dei tre nomi femminili che hanno nobilitato la serata) ha chiuso dicendo: <Lo sport è regole, sociale, salute, economia, una scuola di vita, divertimento, un mezzo di comunicazione senza eguali per il nostro bene e quello delle future generazioni. Val la pena aiutarlo>.
Da Recco, dunque, un solo grido: vogliamo diventare quanto prima una vera “capitale europea dello sport”.


Di VITTORIO SIRIANNI

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport