Meno calze della befana

Calza della Befana, affari in calo

Calza della Befana, affari in calo

Il mugugno, questa volta, è ampiamente giustificato, Genova e la Liguria si allineanano con i dati in arrivo

dal resto della penisola che parlano di un calo attorno al 20% per le calze della Befana. Se al Sud la tradizione, specialmente nel napoletano, resiste (in Campania, assieme alla calza, si usa fare anche un regalino), nel centro nord la situazione precipita. Addirittura i negozianti genovesi assicurano che ad oggi i dati parlano di almeno un calo del 30%.
Per quanto riguarda la nostra città, in calo sia le befana che si acquistano nei negozi di dolci e nelle torrefazioni, che quelle tra gli scaffali di discount e super mercati, anche se molto economiche (vanno dai 5,90 euro ai 7). Male anche le calze fai da te, ossia le calze ripiene di dolci e carbone scelti dalle persone.
E per quelli che fanno ancora le calze, si spende davvero il minimo essenziale. Quindi ridotti al lumicino dolci, leccornie varie, gelatine, soldini in cioccolato, noccioline, "gomme" da masticare e caramelle. Le uniche calze che sembrano un minimo reggere sono quelle "sportive", ossia con i colori di Genoa e Sampdoria. Ma alla fede calcistica, si sa, dalle parti della Superba nessuno rinuncia tanto facilmente.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport