Dopo HM, anche Benetton

Hm chiude a fine febbraio

Hm chiude a fine febbraio

C'è una via XX Settembre che perde i cocci, che appare lontana anni luce da quella raggiante via

che pullulava di affari. L'arteria più importante della città è in ginocchio e il commercio è lo specchio fedele di una crisi senza fine. Non bastavano le mattonelle su entrambe le corsie, ridotte in pessime condizioni, una querelle che dura da anni tra i privati dei palazzi in stile liberty e il Comune di Genova. Ora, persino le grandi catene internazionali abbassano la saracinesca. E' il caso della multinazionale svedese Hm che, udite udite, non ce la fa a pagare l'affitto, aumentato del 40% a partire da gennaio, dove sorgeva l'ex cinema Verdi. E a rapido giro arriva la replica dei rivali di sempre, gli italiani di Benetton, costretti ad abbandonare l'ampio negozio che è sorto al posto del cinema Orfeo per la ristrutturazione dello stabile sotto al ponte Monumentale. Insomma, Genova rischia di essere schiacciata dai commercianti cinesi, nordafricani e indiani, con le grandi catene costrette alla fuga per i costi esorbitanti.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport