Il maltempo non da' tregua

Il maltempo ha colpito Genova e la Liguria

Il maltempo ha colpito Genova e la Liguria

Pioggia, pioggia e ancora pioggia, con nuvoloni minacciosi che stanno interessando tutto il capoluogo

ligure. Le previsioni hanno azzeccato in pieno, con strade allegate, pozzanghere ovunque, alcuni tombini intasati e tante foglie che ostruiscono il normale deflusso delle acque. Anche nell'entroterra la situazione non è delle migliori, ci sono diverse località dell'alta val Trebbia e dell'alta valle Scrivia colpite dal maltempo che iniziano a presentare un bollettino di danni. 
A Genova resta chiusa oggi la scuola media Govi di via Pinetti, mentre per la prima volta aprono durante l'allerta uno le altre tre strutture della Valbisagno che fino all'ultima allerta erano state costretta a chiudere. Nei mesi scorsi sono stati elaborati infatti i piani di emergenza, che hanno permesso di individuare le misure di sicurezza da adottare per permettere lo svolgimento delle lezioni anche in caso di allerta uno.
Già ieri sera è finita invece sotto stretta osservazione via Shelley, dove in seguito alle ultime piogge il terreno ha ceduto in più punti. "È scattata l'ordinanza che vieta di posteggiare le auto sulla strada  -  spiega l'assessore comunale alla protezione civile Gianni Crivello  -  e saremo presenti con un presidio sul posto ventiquattro ore su ventiquattro per assistere i cittadini, pronti a chiudere la strada se si dovesse rendere necessario".
Con l'allerta uno sono entrate in vigore anche le ordinanze di prevenzione che impongono ad un centinaio di persone si allontanarsi dalle loro abitazioni nelle aree esondabili, in particolare nella Valbisagno, e il Comune ha predisposto i locali per accoglierle, alla bocciofila e alla Gau, anche se nelle ultime occasioni sono stati pochissimi color che ne hanno usufruito. Sono in vigore invece tutti i divieti previsti dalle ordinanze, come trattenersi in scantinati a box sotto il livello della strada nelle aree esondabili.
Il comitato operativo del Comune di Genova si è riunito ieri alle 14 al Matitone per fare il punto della situazione e per mettere in campo la macchina che ormai è rodata: dalle 18 di ieri sono in giro dodici pattuglie di vigili urbani, oltre i volontari, mentre il livello dei fiumi e dei torrenti è tenuto costantemente sotto controllo.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport