Neve nell'entroterra

Una immagine dello scorso anno, con la neve al Porto Antico

Una immagine dello scorso anno, con la neve al Porto Antico

Puntuale è arrivata, ma al momento non in proporzioni tali da creare disagi. La neve scesa nell'hinterland

genovese ha baciato la valle Stura, la val Trebbia e la valle Scrivia e lentamente si sta avvicinando alla val d'Aveto a levante. Fino al primo pomeriggio, la situazione più critica si registra nel ponente; tra Masone, Rossiglione, Tiglieto e Campo Ligure, in Valle Stura, sono già in corso gli interventi degli spazzaneve della Provincia. La neve si sta attaccando anche a Busalla, Serra Riccò e Campomorone, imbiancati il Monte Figogna, dove sorge il Santuario della Madonna della Guardia e il Monte Fasce sopra Sturla. Fino ad ora segnalati solo pioggia e nevischio in quota nelle altre vallate del centro e del levante. Su tutto il territorio sono entrati in azione anche gli spargisale per contrastare i pericoli del ghiaccio sulle carreggiate. Dalle 9.30 è stata chiusa sotto le nevicate la provinciale 73 del Passo del Faiallo a mille metri di quota fra la Valle Stura e l’entroterra savonese, - dal km. 2,5 al confine con la Provincia di Savona - per le caratteristiche strutturali della strada e il meteo che rendono estremamente difficoltosi gli interventi degli spazzaneve e degli spargisale. La Provincia di Genova, con tutti i mezzi pronti a intervenire ovunque necessario per l'allerta meteo 1 per neve, scattato da pochi minuti, raccomanda prudenza alla guida e l’obbligo di viaggiare con le catene a bordo sino su tutte le strade dell’entroterra e dell’Appennino. “Una misura necessaria - dice il commissario Piero Fossati - per aumentare la sicurezza della viabilità e non ostacolare, con veicoli senza catene bloccati sulle carreggiate, il passaggio dei mezzi di soccorso ed emergenza e gli interventi degli spazzaneve e spargisale”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport