Appello dell'osservatorio Pre' - Gramsci

Via Prè al centro della polemica sull'abuso di alcol

Via Prè al centro della polemica sull'abuso di alcol

Monta la polemica nel centro storico genovese. <Alcuni locali del quartiere stanno aumentando pericolosamente

le riserve di birra e superalcolici. Per questo chiediamo che venga riproposta la “vecchia” ordinanza anti-alcol nella zona di piazza della Commenda>. L'Osservatorio Prè – Gramsci si rivolge direttamente all'assessore comunale a Diritti e Legalità, Elena Fiorini. <Durante l'ultimo incontro tenutosi con i comitati della zona, avevamo fatto presente il grave problema dell'abuso di alcol da parte dei clienti di alcuni locali della delegazione, in particolare di sudamericani e nordafricani – si legge nella lettera -. A seguito delle problematiche legate a piazza della Commenda e zone limitrofe, era stata promulgata un'ordinanza anti-alcol: divieto della vendita e del consumo di bevande alcoliche in tutta via Prè, compresa la piazza sopra citata, ogni giorno dal primo pomeriggio fino alle 6 di mattina. Quest'ultima era stata rinnovata dal suo assessorato, per poi non essere più riproposta>. Il motivo? <Un regolamento comunale che avrebbe dovuto porre fine a questo problema e le conseguenze ad esso legate: risse, danneggiamenti e violenze>. L'estate si avvicina e i residenti sono preoccupati. <Per la presentazione del regolamento si era parlato di fine aprile – scrive l'Osservatorio –. In mancanza di esso, la promessa era quella di riproporre l'ordinanza anti-alcol per i mesi primaverili ed estivi. Per l'incolumità delle nostre famiglie e dei cittadini, la preghiamo di rilanciarla>. L'Osservatorio conclude con un ultimo appello. <Chiediamo l'estensione dell'ordinanza anche su via Rubattino per l'eccessivo consumo di birra da parte del personale di bordo delle Msc>.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport