Il Pd contro la chiusura degli uffici postali a Genova

È stato approvato all'unanimità l'ordine del giorno – primi firmatari il capogruppo del Pd Giovanni Lunardon e il capogruppo di Forza Italia Claudio Muzio – che impegna la Giunta regionale a mettere in atto ogni iniziativa per scongiurare la chiusura di 7 uffici postali a Genova, ad attivarsi con Poste Italiane affinché sia rivisto il piano di riorganizzazione e ad aprire un tavolo di confronto con le Poste, il Comune di Genova, i sindacati e tutti i soggetti coinvolti.

Nello specifico si tratta degli uffici postali di via Rigola, via Negrone a Sestri Ponente, via Bianchi a Campi, via al Lagaccio, piazzetta Jacopo da Varagine (centro storico), via Olivieri ad Apparizione e l'ufficio multietnico in via Dante. “La chiusura di queste sedi – recita l'ordine del giorno – comporterebbe gravi disagi per i residenti dei quartieri interessati, che si troverebbero privati di un servizio di prossimità fondamentale”, anche a fronte delle specificità orografiche del territorio genovese. Nel documento si sottolinea il ruolo sociale che hanno questi uffici e il servizio di pubblico interesse erogato da Poste Italiane. L'ordine del giorno è frutto anche di un confronto avvenuto a suo tempo in Conferenza capigruppo, con le organizzazioni sindacali e i comitati di cittadini che si battono per difendere la presenza degli uffici postali sul territorio genovese. 

Gruppo Pd in Regione Liguria

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport