Genova "risorge" grazie ai turisti

Anche le riviere hanno fatto registrare un boom di turisti

Anche le riviere hanno fatto registrare un boom di turisti

Proprio nel giorno di Pasqua Genova risorge e fa registrare un incredibile tutto esaurito. Crisi forse alle spalle

grazie ai turisti stranieri, in particolare i facoltosi russi che mai come quest'anno hanno invaso le nostre due riviere e Genova città. Certo, la Superba resta sporca, con troppe scritte sui muri nel centro storico e altrettanti manifesti abusivi dei centri sociali nei carruggi, nel cuore della city e a ponente, eppure attira tanto, al Sud Italia come fuori nazione. Reggono inglesi, francesi e tedeschi, calano statuniteni e giapponesi, bene svizzeri ed olandesi, ma le sorprese arrivano dall'Est con cechi, slovacchi, ungheresi, sloveni e tanti polacchi.
E’ una Genova che non ti aspetti, quella che il mattino di Pasqua accoglie sotto il sole un piccolo esercito di turisti: bancarelle sotto Palazzo Ducale, mercatino europeo a Caricamento, bar e ristoranti aperti in tutto il centro. E ovunque una piccola folla con il naso all'insù: merito dell'arrivo di due navi da crociera e anche del tempo incerto sino all'ultimo che ha portato sotto la Lanterna mole famiglie del nord Italia per una giornata mordi e fuggi con immancabile visita all'Acquario dove la coda si è formata sin dal primo mattino. E turistica, per una volta, Genova si è dimostrata anche nei servizi: oltre duecento i locali aperti per offrire colazioni, spuntini, pranzi. Insomma, l'Eden a portata di mano, finalmente.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport