In aumento chi fruga nei bidoni della spazzatura

Per tanti che girano l'Italia in lungo ed in largo, questo fenomeno è tipico di Genova, anche se col Covid, anche in quasi tutte le altre città, si osservano barboni o indigenti che frugano sempre più spesso nei bidoni della spazzatura.
A Genova, negli ultimi mesi, non solo alcuni senza tetto immigrati o profughi, frugano nei bidoni, fino ad immergersi con quasi tutto il corpo, ma anche alcuni anziani italiani.
I più assidui sono i magrebini, i più esperti, con tanto di accalappia sacchetto, ossia un oggetto appuntito che estrae il sacchetto della spazzatura, per visionarlo meglio, da più ravvicinato.
Le zone genovesi più battute da questi nuovi cercatori di chissà che cosa sono: Marassi alta tra via Robino, via Giglioli, viale Bracelli e via dei Platini e via Ricca. San Fruttuoso Alta tra via Biga, piazza Solari, via Amarena, via Ayroli.
Sampierdarena attorno a Villa Scassi, tra corso Onorio Scassi, via Issel, via Fanti, corso Martinetti.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport