Messa in sicurezza delle scuole superiori liguri

“È stata sbloccata, dal Ministro dell'Istruzione, la cifra di 1 miliardo e 125 milioni di euro per la messa in sicurezza e l'efficientamento energetico delle scuole superiori. Via libera, dunque, a uno degli ultimi atti voluti dalla pentastellata Lucia Azzolina che, con questo suo decreto messo a punto nel precedente Governo Conte, ha voluto che si stanziassero fondi a lungo attesi. Fondi che ora saranno ripartiti tra le Province e le Città metropolitane sulla base della popolazione scolastica e del numero degli edifici scolastici presenti sul territorio”. 

Lo dichiara il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Fabio Tosi, che poi spiega: “Per la Liguria, significa che agli Enti locali, per l'edilizia scolastica, saranno destinati oltre 25 milioni di euro. Nel dettaglio, alla provincia di Genova spetteranno più di 13 milioni e 850mila euro; a Imperia, quasi 3 milioni e 536mila euro; a Spezia circa 3 milioni e 640mila euro; e a Savona oltre 4 milioni e 253mila euro”. 

“Di fronte a queste misure, non stupisce che Patrizio Bianchi, fresco di nomina al Ministero, abbia dichiarato: “Il lavoro della Azzolina? È stato massiccio e importante: ripartirò da lì”. Sulla scuola e sull'edilizia, c'è comunque ancora da lavorare molto: auspichiamo che la strada tracciata venga seguita, nell'interesse dei nostri Istituti scolastici. Se così non fosse, oltre a rimpiangere Giuseppe Conte, rimpiangeremo Lucia Azzolina, cui va anche il merito di aver voluto una misura specifica per velocizzare l’attribuzione dei fondi: sua, infatti, l'idea di far ripartire le risorse con Decreto del Ministro dell'Istruzione, semplificando così un percorso in genere tortuoso ed eccessivamente burocratico”, conclude Tosi.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport