Writers rossoblucerchiati scatenati, ora basta!

La piastra di Staglieno dipinta di rossoblu

La piastra di Staglieno dipinta di rossoblu

Complice la lontananza dallo stadio “Luigi Ferraris” per via di ragioni pandemiche, i tifosi rossoblucerchiati, nell’ultimo anno, si sono sfogati imbrattando parecchie vie, muri, aiuole, recinzioni, bidoni della spazzatura, saracinesche pali della città. In ogni quartiere. Le azioni più clamorose la piastra di Staglieno tutta genoana, i portici di via Cantore all Samp.
“Ora bisogna porre un freno – osserva preoccupato Giuseppe Murolo, responsabile Regionale Cultura di Fratelli d’Italia – Sono genoano, il rossoblù mi piace, ma prima di tutto sono un cittadino genovese. Ultimamente ho visto un po’ delle esagerazioni, su entrambi i fronti. Il porticato di Cantore è stato deturpato, idem una famosa torre sulla passeggiata di Nervi, e poi come dimenticare le multe e denunce prese in piazza Guicciardini a Marassi per una aiuola macchiata. Ho visto che negli ultimi giorni un muro in corso De Stefanis, sempre a Marassi, precedentemente colorato dagli ultras, è stato cancellato. Io credo che alcuni di questi “capolavori” potrebbero essere cancellati, ne va del decoro cittadino. Anche perché bisogna porre un freno a questo dilagare dei writers o rischiamo di trovarci una città dipinta metà genoana e metà sampdoriana”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport