Il gusto in Fiera

160 Comuni italiani, liguri e non solo sono da stamattina i protagonisti di Scopri e gusta – il primo Salone

delle Identità territoriali in programma alla Fiera di Genova fino a domenica 25 novembre.

A tagliare il nastro il sindaco di Genova Marco Doria, alla presenza dell’assessore all’agricoltura della Regione Liguria Giovanni Barbagallo, dell’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova Carla Sibilla e all’assessore provinciale alle attività produttive della provincia di Reggio Calabria Domenico Giannetta. A fare gli onori di casa il presidente della Fiera di Genova Sara Armella e l’amministratore delegato Beppe De Simone, il segretario di Anci Liguria Pierluigi Vinai e Marisa Bacigalupo, consigliere di Fondazione Carige.

“L’identità territoriale non è un dato scontato -  ha affermato Marco Doria all’apertura del convegno inaugurale dedicato al tema dell’Expo 2015 – va acquisita, difesa e valorizzata”. “Facciamo poca strada se le politiche economiche continueranno a penalizzare i Comuni, le Province e le Regioni – ha aggiunto il Sindaco - mirando unicamente al contenimento delle spese, dobbiamo guardare allo sviluppo e alla promozione, per i quali servono risorse finanziarie. Genova e la Liguria potranno offrire qualcosa di significativo in occasione dell’Expo 2015 sia come contenuti, sia intercettando i visitatori con una qualificata offerta turistica e di eventi di livello internazionale: Euroflora sarà anticipata di un anno proprio per cogliere questa straordinaria opportunità”.

“Il Salone delle identità territoriali è un buon esempio – ha sintetizzato Giovanni Barbagallo –di come far conoscere i prodotti, le peculiarità e le capacità di accoglienza. Siamo sulla strada giusta”.

“Sit è l’esempio del glocal all’italiana – cosi è stato definito da Sara Armella, presidente della Fiera di Genova all’apertura del convegno inaugurale - una sintesi tra le peculiarità identitarie dei territori e un pensiero di sviluppo globale, che mette le nuove tecnologie al servizio dello sviluppo e della conoscenza”.

 “Sit – ha sottolineato Pierluigi Vinai - dimostra la capacità e la volontà dei Comuni di lavorare insieme su obiettivi condivisi. Anci Liguria ha supportato il progetto di questa mostra che sfida le difficoltà del momento e si è impegnata in modo capillare condividendo l’idea di identità territoriale come risorsa per uno sviluppo attento alla cultura, alle tradizioni e alla sostenibilità”.

Secondo Alberto Mina, Direttore dell’Ufficio del Commissario Generale per l’Expo 2015 “Per sei mesi i fari saranno puntati sul nostro Paese, una occasione unica per mostrare il meglio dell’Italia ai 20 milioni di visitatori attesi, di cui il 30% si stima proveniente dall’estero.Saranno premiati i soggetti capaci di aggregazione, con contenuti forti. Tutta l’Italia sarà infiocchettata a festa per cogliere questa opportunità” .

Il secondo appuntamento della mattinata “La Liguria, strategie di “nuovo turismo”, nuove opportunità, il porto la Cina” ha visto, tra i protagonisti, il presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo che ha parlato del porto di Genova come un luogo di interscambio di merci e persone, anello di congiunzione nel Mediterraneo tra Europa e Africa e porta sul mare dell’Expo 2015. Sulla necessità di fare rete per esportare il made in Italy a livello globale si è soffermata Annarosa Miele, vicepresidente nazionale di Federturismo, che ha posto poi  l’attenzione sul valore del porto e delle sue attività come elemento di cultura “industriale” e sulla necessità di proporre per la Liguria progetti innovativi in campo energetico in linea con i temi dell’Expo 2015. Secondo Irene Pivetti, presidente di Only Italia, la rete d’impresa è lo strumento indispensabile per promuovere anche i più piccoli tra i territori e i prodotti che rappresentano il patrimonio dell’Italia.

Dati sintetici
Il Sit è organizzato da Fiera di Genova SpA in collaborazione con ANCI Liguria e Fondazione Carige, il supporto di Compagnia dei Sapori e Accademia delle Imprese Europea.
Patrocini: ANCI nazionale, Fondazione Carige, Roma Capitale, Confagricoltura Liguria, CNA nazionale, CIA Liguria.
Media partner: Vie del Gusto/Touring Club Italiano e Ass.ne Italiana Guide Ambientali Escursionistiche
L’ingresso a SIT è gratuito, la degustazione dei prodotti avverrà invece con carnet di  ticket che avranno come valuta di riferimento il Genovino, antica moneta genovese. La rassegna sarà aperta nel Padiglione B della Fiera di Genova domani, sabato 24 novembre,  dalle 10 alle 22 e domenica 25 novembre dalle 10 alle 20. Info: www.saloneidentitaterritoriali.it

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport