I tazebao della chiesa di Santa Zita

La facciata centrale della Chiesa di Santa Zita in corso Buenos Aires

La facciata centrale della Chiesa di Santa Zita in corso Buenos Aires

Corso Buenos Aires, pieno centro della città, un tempo il "salotto buono", zona Foce. Col bus, piedi, moto, bici

o in auto, ma i cartelli appesi alla chiesa di Santa Zita, negli ultimi mesi, di certo non passano inosservati. Tutti a carattere cubitali e con un colore diverso a seconda della stagione: si va dal rosso, al marroncino, all'attuale azzurro su sfondo bianco.
In questi giorni campeggia, sopra l'ingresso principale della storica chiesa della Foce, un cartellone molto significativo, su sfondo bianco, con le lettere di colore azzurro: "L'egoismo degli uomini divide - Cristo unisce con l'amore - Dobbiamo scegliere!".
L'idea di questi slogan che mirano a coinvolgere i cattolici non praticanti è partita da Don Franco Pedemonte, il "decano" dei parroci genovesi, classe di ferro 1932, e poi spalleggiata dai numerosi parrocchiani che lo seguono in tutte le sue iniziative. Per ogni stagione lo slogan cambia, a secondo delle ricorrenze cristiane. E così, per il Natale, si puntava a non vedere la festa come mero consumismo, per la Pasqua vi era uno slogan ad hoc sulla salvezza dell'anima e quando non ci sono particolari ricorrenze religiose, ecco qualche "trovata". Come quando sulla facciata della chiesa comparve un cartellone che puntava sull'amore della famiglia, che siano marito e moglie o semplici fidanzati. 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport