Il Waterfront trova ostacoli

Il Waterfront di Piano non piace a Ferrero, Bernini e Merlo

Il Waterfront di Piano non piace a Ferrero, Bernini e Merlo

E chi l'avrebbe mai detto che il monumentale progetto di Renzo Piano, uno degli architetti più importanti

al mondo e chiamato nei quattro continenti, trovasse così tanti ostacoli proprio nella sua città. In primis si è messo di traverso il vice sindaco Stefano Bernini, trovando numerose lacune, tra le quali l'uscita della Strada Aldo Moro, l'area della Riparazioni Navali, poi ecco Luigi Merlo, il numero uno del porto di Genova, perplesso perchè Piano non ha accennato al tunnel sotto il porto. Infine questa mattina sono arrivate altre due bocciature eccellenti: il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero, che ci teneva al suo progetto di stadio sul mare, e poi lo Yacht Club. Quest'ultimo ha già manifestato la sua contrarietà al progetto, chiedendo di salvaguardare lo specchio acqueo del Duca degli Abruzzi. Ma il tombamento del porticciolo è condizione posta dai riparatori per continuare a operare a Genova. Ancor più adesso che, conquistata la demolizione della Concordia, si punterà a rientrare in questo mercato. 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport