Genova in ginocchio

Il Bisagno ieri notte

Il Bisagno ieri notte

Genova e il Tigullio sono in ginocchio. Un'altra alluvione, terribile, ha colpito il capoluogo ligure e purtroppo si registra

un morto ieri sera. Si temeva una seconda vittima, un uomo intrappolato a Borgo Incrociati in auto, ma alla fine è stato salvato. Il sindaco Marco Doria si difende (lanciava allarmi quando quasi c'era il sole e oggi nulla), l’Arpal ha lanciato un generico avviso alle 23.20 di ieri sera dopo 15 ore che la città era sotto la pioggia, ma gli abitanti delle zone colpite (sempre le stesse) sono choccati, ma anche molto arrabbiati. Il maltempo, oltretutto, non accenna ad allontanarsi ed è ripreso a piovere abbondantemente. L’acqua non ha lasciato il tempo di fare nulla. Una tragedia che si è consumata nel giro di pochi minuti. D’altra parte la protezione civile non aveva dato alcuna allerta e dopo i temporali della mattina i più pensavano che il peggio fosse passato. L’onda di piena del Bisagno  invece, gonfiato all’inverosimile dalle piogge della serata, ha travolto gli argini alle 23.30, all’altezza del ponte di Sant’Agata. Chi ha potuto si è messo in salvo, ma a mezzanotte è arrivata la notizia che nessuno voleva sentire: i vigili del fuoco avevano appena trovato una vittima, annegata nel sottopasso tra Brignole e Borgo Incrociati. È l’epilogo di una notte choc che nessuno potrà più dimenticare. Per tutta la notte sono proseguite da parte di carabinieri, polizia e vigili del fuoco le ricerche di eventuali vittime nelle carcasse delle auto che la furia del Bisagno ha accatastato a Borgo Incrociati, dietro la stazione di Brignole.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport