Bagnasco all'attacco

Netta presa di posizione, come era prevedibile, da parte del cardinale di Genova e presidente

della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) Angelo Bagnasco. Uscito un po' ridimensionato dai funerali alla chiesa del Carmine di Don Gallo, nel quale è stato praticamente costretto gioco forza a porgere l'ostia a Luxuria e alla divorziata Alba Parietti ("si sarebbe scatenato un putiferio in caso di suo rifiuto" ha sottolineato Don Ciotti), il cardinale ha sparato a zero sulla recente legge francese sui matrimoni omosessuali. Dopo il primo matrimonio offiziato a Montpellier, cerimonia interrotta dai contestatori con lancio di un fumogeno, Bagnasco ha attaccato: "Si tratta di un vulnus grave all'indirizzo della famiglia tradizionale che richiede aiuti in momenti come questi. I diritti individuali, infatti, sono già assicurati dal codice civile francese. La famiglia è un presidio dell'umano, dove i bambini e le nuove generazioni vengono concepite ed educate. La famiglia - ha concluso Bagnasco in un suo recente intervento - è formata da un papà e una mamma che, nella loro libertà per quanto riguarda l'educazione da dare ai propri figli, sono gli unici che possono far crescere la prole".

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport