La Pinotti in campo

La Pinotti detta i tempi sulla nuova legge elettorale

La Pinotti detta i tempi sulla nuova legge elettorale

L'avevamo lasciata sull'1-1, in perfetta parità. Ossia, dopo aver perso in maniera del tutto inaspettata le primarie

per la corsa a sindaco di Genova, giunta addirittura terza dietro a Marco Doria e alla rivale di sempre con la quale si era parecchio battibeccata, Marta Vincenzi, aveva ottenuto un plebiscito tra gli iscritti del Pd per tornare nel parlamento romano. La sampierdarenese doc Roberta Pinotti rompe il mini silenzio e parla della legge elettorale, del nuovo segretario del partito Democratico, Matteo Renzi, e della sua città. La bionda del ponente si è subito schierata con il rottamatore nel corso delle primarie che lo hanno visto fronteggiare Civati e Cuperlo. “Sono molto contenta che Matteo Renzi abbia dato un tempo molto stretto sulla legge elettorale: ne parleremo il 14 gennaio con i senatori, poi ci sarà la direzione del partito il 16. Certamente in Commissione Affari costituzionali la esamineranno in modo da poter andare in Aula a febbraio. Non si può più andare avanti così. Siamo tutti convinti che chi vince le elezioni debba governare per cinque anni per dare stabilità a questo paese, chi non vuole questo punta a sfasciare il sistema Italia. E’ ovvio che sulla legge elettorale ci vuole una volontà politica anche da parte degli altri attori, ossia dell'opposizione, come ha più volte sottolineato lo stesso Renzi". 

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport