I traditori di Rapallo

Il prossimo 25 maggio si vota anche a Rapallo

Il prossimo 25 maggio si vota anche a Rapallo

I cittadini di Rapallo sono rimasti stupefatti dalla caduta della giunta Costa. Si sono chiesti: "Ma perchè

è caduto il sindaco?". Il mondo della politica è davvero strano: i rapallesi, tutto sommato, non si lamentano molto della politica dei suoi governanti. Ben sapendo, penso, che gestire un Comune è difficile e un sindaco vale l'altro come ha dimostrato l'esperienza: da Bagnasco, a Capurro, a Campodonico, allo stesso Costa, hanno lavorato con passione, tutti, ma i grandi problemi della città sono rimasti tutti irrisolti.
Ora, dunque, dopo le "pugnalate" alle spalle dell'onesto Costa (i veri "traditori", a sentire le voci del popolo, sono stati nell'ordine Capurro e Amoretti...) ci saranno le elezioni, a maggio, con le candidature dei soliti nomi: Capurro, Campodonico, forse Costa, Bagnasco. I quali, andando al municipio, si troveranno di fronte ai soliti problemi che cercheranno di risolvere, senza riuscirvi, e magari pronti ad altri "ribaltoni" che piacciono tanto ai politici, ma tanto poco ai cittadini. 

Vittorio Sirianni

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport