Murolo (Fdi): "Adesivi foibe? Da sinistra il nulla"

C’è ancora tanto scalpore a Genova per gli adesivi shock che inneggiano alle foibe. Anche Giuseppe Murolo, politico genovese di Fratelli d’Italia, prende nettamente le distanze: <Siamo rimasti tutti attoniti, sbigottiti ed amareggiati, dai recenti adesivi shock che hanno tappezzato Genova, con la scritta “No Foibe, no party”, siglate Genova Antifascista. Ma siamo rimasti ancora più rammaricati dal fatto che dal centrosinistra non è arrivata una sola parola di condanna. A parole si dicono pacifisti e tolleranti, poi si girano dall’altra parte quando è la sinistra antagonista a spargere apologia di odio e di negazionismo. Li abbiamo trovati nelle cabine telefoniche, sui pali della luce e delle fermate dei bus, nelle caselle della posta, attaccate alle saracinesche dei negozi. Alcuni sono stati anche prontamente rimossi dai genovesi che non hanno nulla a che spartire con questi metodi. Un ritorno lugubre del passato, che lascia davvero senza parole. Da tempo condanniamo Genova antifascista e le loro azioni. È l’ora che la magistratura prenda dei provvedimenti; il caso è rimbalzato agli onori della politica nazionale, di destra ovviamente, perché dai cosiddetti progressisti e pacifisti non è arrivata nessuna presa di distanza o di posizione>.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport