Quattro chiacchiere con Fabio Papini

Fabio Papini

Fabio Papini

1) Come mai è terminata questa avventura in Cambiamo? Che cosa non l’ha convinta?
“Mi sono allontanato, ma non per incomprensioni o cambio visione politica. Scelta personale.”.

2) Che cosa lascia nella sue esperienza al Municipio Centro Ovest?
“Sino al 2017 bellissima. In questo ultimo mandato: delusione.”. 

3) In questo Municipio vi è ancora tanto da fare: Lungomare Canepa da completare, la sicurezza nella parte bassa di Sampierdarena, i troppi locali etnici che aprono, le sale da slot imperanti. Vede un futuro roseo?
Lungomare Canepa era stato progettato dalla “vecchia” giunta comunale e, proprio gli appartenenti a quella corrente politica, hanno usato i loro errori, per dare la colpa a chi c’è ora in Comune. Per i locali etnici, quando si partecipa a un’assemblea sindacale della Pilixia di Stato (centro civico), in cui si sente dire che non bisogna fare pattuglie in divisa, ma solo servizi in abiti civili, e subito dopo dare la colpa a questa amministrazione perché ritenuta razzista, si può capire il perché il nostro quartiere è in questa situazione. Se poi il relatore, dice pure che gli interventi per disturbo alla quiete pubblica, nei locali e nella nota ioni, devono essere valutati dal centralinista, allora siamo alla frutta. Prima si manda la pattuglia e poi si valuta. Non di lasciamo intere aree di un quartiere alla mercé di persone dedite al disturbo e al degrado, per un’ideologia politica. 

4) Il parco di villa Scassi, risorsa e polmone verde, di Sampierdarena, ma trascurato: cosa si potrebbe fare per migliorarlo?
Il parco è sempre stato trascurato. Il taglio indiscriminato dei dipendenti pubblici ha fatto più danni che benefici. Ora il problema è più accentuato, perché i fondi vengono utilizzati per ristori, ristori già utilizzati anche per il dopo crollo del ponte morandi. La cassa da cui si attinge è sempre la stessa è solo spostando le voci dei capitoli di spesa, si è riusciti a mantenere tassazioni come gli anni precedenti. 

5) Al Campasso la situazione sta peggiorando: ma tra Municipio e Comune, non è proprio possibile un intervento di riqualificazione? Ormai gli italiani sono in netta minoranza… 
“La scorsa amministrazione Marenco (quella che ha dato l’assenso anche a L.re Canepa) a reso un area verde, appetibile per ragazzi dediti all’alcol, facendo un’area Pic-nic davanti alle case. Questo ha causato un’area difficilmente controllabile e quindi fortemente degradata. Sul mercato, spero che la palestra e il campo a 7, vengano dati a Società sportive e non ad Associazioni. Se si verificasse la seconda ipotesi, probabilmente avremmo problemi per presenze di persone chiassose a cui non importerebbe della tranquillità del quartiere. Bisognerebbe che le FF.OO. Fossero più puntuali nelle richieste dei cittadini e contrastare con fermezza chi disturba e di ubriaca.”. 

6) Come giudichi questi ultimi anni al Municipio Centro Ovest, tra commissariamenti, ribaltamenti di maggioranza, cambi di casacca…
“Sino al ciclo Marenco, per la mia personale esperienza, sicuramente positivo. Poi, man mano che si andava avanti, deluso da alcuni assessori comunali, che hanno pensato più alla loro, e a quella della loro parte politica, visibilità.
Per quanto riguarda il ribaltone, è stata la naturale conseguenza di uno scollamento tra livelli istituzionali.”.

di Andrea Bazzurro

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport