Murolo (Fdi): “Il bluff di M5S e Pd anche a Genova”

Un tempo divisi su tutto, nemici giurati. Ora vanno a braccetto, pur di affossare una coalizione eterogenea come il centrodestra”. In sintesi, questo il pensiero di Giuseppe Murolo, responsabile cultura Fdi in Liguria, che analizza l’accordo tra quel che resta della galassia grillina ed il centrosinistra capitanato dal Pd anche alle prossime amministrative a Genova, oltre che su scala nazionale.

Ho ancora impresse nella mente le dichiarazioni di Beppe Grillo: “mai e poi mai alleati col Pd meno L”, men che meno sedersi ad un tavolo nei salotti televisivi e ancora no al doppio mandato, no a tutte le infrastrutture, anche quelle di vitale importanza per il paese. Ed il Pd? No al reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle, sì alle grandi opere in netto contrasto con chi ora voglia andare a braccetto con il candidato sindaco Ariel Dello Strologo

Ma se per ipotesi dovessero vincere e conquistare Tursi, come farebbero a governare questa città?

Si divideranno su tutto e tutti! Non hanno una storia comune, un retroterra condiviso. Il Movimento 5 Stelle da partito antisistema “né destra né sinistra” è diventato un partito (non Movimento, partito!) progressista, però prima ha pensato bene di allearsi con la Lega di Salvini su scala nazionale per governare per qualche tempo il nostro paese. Credo che gli elettori giudicheranno da soli quando si troveranno la scheda elettorale a Genova

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport