La passeggiata di Fini

Come sono lontani i tempi in cui si pavoneggiava di un perentorio 14%. Ginafranco Fini, arroccato dall’alto del fortino

della sua ultima creatura, quel Futuro e Libertà che tutti i sondaggi lo danno a cavallo di un misero 1%, ha fatto visita a Genova nei giorni scorsi. Con il suo classico cappotto scuro, l’ex maggiorente del Msi e di Alleanza Nazionale, ha passeggiato in centro città, tra negozianti incuriositi della sua presenza. Nemmeno un insulto, zero momenti di tensioni. Gli anni degli scontri in piazza sono davvero terminati. Fini ha parlottato a lungo con alcuni esercenti della city, ha ricevuto in dono un giubbotto della Slam (marca genovese doc) per poi consumare un frugale aperitivo in piedi, enunciando le bontà delle leggi varate dal governo Monti, che lui appoggia assieme a Casini. Basterà per guadagnare l’appoggio dei genovesi? Il partito a livello locale è spezzato a metà a causa dei paracadutati da Roma, con l’intero gruppo regionale, eccezion fatta per l’imperiese Nan, che non farà campagna elettorale.

 

Vittorio Sirianni

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport