Il patto Doria-Burlando

Nel segno dell’omogeneità e della coerenza. E non poteva che terminare così la mini querelle tra il sindaco in pectore

di Genova Marco Doria e il Governatore della Regione Liguria, Claudio Burlando. Il motivo del contendere era la delicata questione legata alle Grandi Opere nella nostra regione. Alla fine, per il buon senso e per mantenere gli obiettivi comuni, sia Doria che Burlando hanno convenuto di avere la stessa linea.

Quindi, almeno per ora, è per fortuna scongiurata la guerra tra i due esponenti di spicco della sinistra regionale. Sulle pagine di un importante quotidiano locale in uscita oggi, Marco Doria avrebbe anche allargato il giro degli orizzonti al Movimento Cinque Stelle: “Non possiamo precludere l’apertura della porta a un movimento che ha raccolto il consenso del 25% degli italiani su scala nazionale e poco più nella nostra regione”, in estrema sintesi è questo il ragionamento del “Barone Rosso”, alle prese da tempo con alcune frecciatine arrivate dagli alleati del Partito Democratico, in particolare da Simone Farello.

Intanto, sempre tra Doria e Burlando, si è aperto un nuovo fronte, questa volta legato alle trattative sul rinnovo del biglietto integrato tra Amt e TrenItalia. Entrambi convergono che bisogna puntare sul rinnovo, per dare un segnale forte alle associazioni di consumatori e ai cittadini. Le premesse ci sono tutte, non resta che aspettare.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport