Terremoto nella Lega

Un autentico terremoto scuote la Lega Nord nella nostra regione. La notizia è doppiamente clamorosa. Edoardo Rixi,

l’ex candidato sindaco per il Carroccio alle ultime consultazioni comunali e attuale capogruppo in Regione Liguria, ha rassegnato le dimissioni. Idem per Alessio Piana, l’amico dei cacciatori liguri e piemontesi, che si è dimesso dalla carica di segretario provinciale del partito di Maroni.

Scelta personale, dissidi all’interno delle varie correnti di partito, con Sonia Viale che avrebbe attaccato lo stesso Rixi per una doppia carica. Le dichiarazioni di facciata parlano di queste motivazioni, in realtà alla base di tutto ci sarebbe il deludente risultato ottenuto dal partito fondato da Umberto Bossi. Se su scala nazionale ha superato la soglia del 4% solo grazie ai voti arrivati da Lombardia e Veneto, in Liguria è scesa al di sotto di un modesto 2%. Un risultato che ha fatto impallidire i leghisti da Sarzana a Ventimiglia. Un calo, dopo gli scandali legati a Bossi, ci stava tutto, ma da qui a perdere un 6% in cinque anni è stato davvero clamoroso.

Al posto di Piana, è stato affidato un interim a Bruno Ferraccioli, esponente di spicco cittadino, da tre mandati ricopre l’incarico di Consigliere Municipale a Marassi, San Fruttuoso, Quezzi.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport