Rimpasto in giunta

Derivante dal buon politichese in auge a Roma e dintorni, si usa l’espressione “rimpasto” per indicare

quando persiste un cambiamento all’interno di una amministrazione, che sia essa comunale, provinciale, regionale o addirittura nazionale. È quanto sta accadendo a palazzo Tursi, ma quello voluto dall’attuale sindaco Marco Doria assume i connotati di un mini rimpasto.

Vediamo nel dettaglio quanto è successo. In primis Marco Doria (foto) ha attribuito la delega a Stefano Bernini, già vice sindaco e assessore all’Urbanistica, anche quella dell’Edilizia Privata, che era fino ad ora di competenza di Francesco Oddone. Vice versa, quasi per non scontentare nessuno e non dare adito ai “malpancisti” del Pd, su tutti Farello e Vassallo, la delega al Centro Storico, di stretta pertinenza fino a ieri all’ex presidente del Municipio Medio Ponente, è finita nelle mani dello stesso Oddone, che ricopre anche l’incarico dello Sviluppo Economico. Il tutto è stato spiegato per mere affinità tematiche.

Come se non bastasse, il mini terremoto, che era però nell’aria, riguarda anche la delega delle Politiche Ambientali, passa dalla Fiorini alla Garotta, mentre la delega agli interventi contro i graffiti, fino ad ora in mano alla stessa Garotta, è andata all’assessore dei Lavori Pubblici, Gianni Crivello di Sel ed ex presidente del Municipio Valpolcevera.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport