Burlando non si ricandida

Terzo mandato? No, grazie, “preferisco lasciare spazio a un giovane uscito vittorioso dalle primarie del Pd”.

La notizia bomba la lancia il diretto interessato, Claudio Burlando, l’attuale governatore della Regione Liguria. A confermare le illazioni che si spargevano nei corridoi degli uffici di via Fieschi e piazza De Ferrari ci ha pensato, pertanto, lo stesso presidente in pectore, al secondo mandato a guida di una coalizione allargata di centrosinistra, che va dall’Udc a Rifondazione Comunista in quello che è stata considerata una sorta di mega esperimento da asportare sul territorio nazionale. “Mi sembra giusto lasciare la mano, il mio l’ho fatto e spero bene - osserva lo stesso esponente di spicco del Pd - In vista della prossima tornata elettorale per le regionali ci saranno altri al mio posto, spero in un giovane rampante che vinca le primarie”.

La notizia, choc, ha scatenato subito una ridda di voci su quali potrebbero essere i successori dello stesso Burlando in una regione guidata saldamente dal centrosinistra. È troppo presto per mettere sulla graticola alcuni possibili outsider, ma una cosa è certa: il vuoto che lascerà Burlando non sarà affatto facile da colmare, perché lui è un po’ la guida e l’anima spirituale dello stesso partito che attualmente ha come segretario Guglielmo Epifani.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport