Terzo Valico, parecchie le reazioni

Sull’accesa discussione scoppiata negli ultimissimi giorni attorno alla decisione di sospendere temporaneamente

i finanziamenti sul secondo lotto del terzo valico, irrompono i giudizi di altre eminenti personalità. In primis quella del sindaco di Genova Marco Doria che in campagna elettorale, con i propri sostenitori, era apparso piuttosto scettico sulla realizzazione dell’opera avvallata da Pd, Pdl, Scelta Civica e Lega Nord. Ora, evidentemente, ha cambiato idea, puntando le sue carte su dei lavori che non solo porterebbero occupazione in tre regioni, ma renderebbero più competitiva la Liguria e Genova.

“Occorrono finanziamenti adeguati e tempi certi, come ha giustamente sostenuto il presidente Burlando – ha detto Doria – Il Governo di Roma deve dimostrare di mantenere l’impegno che si è assunto. Allo stato attuale sono preoccupato. Per noi il Terzo Valico e quindi il potenziamento tra Genova e la Lombardia in un asse innovativo, è essenziale per lo sviluppo della città”.

Anche un ex esponente illustre del Pdl, attualmente nel gruppo misto in Regione Liguria, come la “pasionaria” Raffaella Della Bianca, emblema di Forza Italia a Genova e “macchina” da voti e preferenze, conferma: “Perdere questo treno sarebbe molto dannoso per il Nord Ovest del paese”. La Della Bianca, che è comunque rimasta all’interno del blocco di centrodestra in opposizione a Burlando, lancia via Twitter un accorato appello all’ex compagno di partito, il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, per salvaguardare la monumentale opera. “Genova muore se non rompe il suo isolamento” dice la ex pidiellina, che rincara la dose: “il rinvio dei finanziamenti sul Terzo Valico è la conferma che la nostra regione non conta niente a Roma”.

Anche il leghista Edoardo Rixi, l’ex candidato sindaco del Carroccio a Genova, fa pressione su Burlando affinché agisca in tempi rapidi sul governo centrale.

Fanno eccezioni le dichiarazioni del movimento No Tav Terzo Valico che esprimono così tutta la loro soddisfazione per il temporaneo stop: “Senza i blocchi degli espropri l’opera sarebbe già partita. Non ci resta che aspettare, ma le sensazioni sono positive”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport