Alla Corte la Tela di Agatha Christie

Iniziano martedì 22 gennaio al Teatro Stabile di Genova le prenotazioni e le vendite dei biglietti di La tela del ragno

di Agatha Christie che sarà in scena al Teatro della Corte dal 29 gennaio a domenica 3 febbraio.

Prodotto dalla Compagnia Attori & Tecnici, La tela del ragno (qui nella versione italiana di Edoardo Erba) è diretto e interpretato da Stefano Messina (foto) con al fianco Viviana Toniolo, Annalisa Di Nola, Carlo Lizzani, Roberto Della Casa, Claudia Crisafio, Elisa Di Eusanio, Sebastiano Colla, Andrea Lolli e Luca Marianelli. Le scene sono di Alessandro Chiti, i costumi di Isabella Rizza, le musiche di Pino Cangialosi e le luci di Emiliano Baldini.

Dopo il successo di Trappola per topi, la compagnia Attori & Tecnici prosegue nel sodalizio con Agatha Christie (1890-1976), mettendo in scena La tela del ragno (The Spider’s Web), uno dei gialli più divertenti della celebre “giallista” britannica. Scritto su sollecitazione dell’attrice Margaret Lockwood, che, dopo il trionfo ottenuto come protagonista di La signora scompare di Alfred Hitchcock, era stata relegata sempre più dal cinema in ruoli di cattiva dai quali voleva liberarsi, La tela del ragno debuttò a Londra nell’autunno del 1954, replicando il successo ottenuto due anni prima dalla Christie con Trappola per topi e conquistando ben presto una popolarità che non ha più avuto fine, confermata anche dalla riduzione cinematografica del 1960.

In breve, la trama. Clarissa Harrison Brown, moglie del diplomatico Henry, è molto preoccupata: suo marito sta per ospitare il premier sovietico per un segreto incontro al vertice nella loro villa del Kent, ma qualcuno ha avuto il cattivo gusto di farsi assassinare nel suo salotto proprio quel pomeriggio. Clarissa sospetta fortemente che l’omicida sia la figliastra. Ma ora, che fare? Henry tornerà a breve con il suo ospite di riguardo, e ad attenderlo in salotto ci sono già tre altri amici, invitati abituali: Sir Rowland, Hugo e Jeremy. E proprio a loro, l’intraprendente Clarissa decide, infine, di chiedere aiuto per far sparire il corpo. Ma, mentre si accingono insieme a portar fuori il cadavere, accade che due poliziotti suonino alla porta. Inizia così una lunga serie di interrogatori durante i quali i vari personaggi presenti nella villa raccontano storie sempre più contraddittorie, mentre gli investigatori li incalzano e cercano di metterli in difficoltà. Ma perché tutto questo accade? Che cosa hanno da nascondere? Chi ha veramente ucciso quello sconosciuto?

Come si addice a un poliziesco “all’inglese”, le risposte arriveranno puntualmente solo nell’ultima scena di una commedia che condisce la struttura del “giallo” con dialoghi ironici e frizzanti, nel comporre i quali Agatha Christie si dimostra ancora una volta maestra.

In La tela del ragno, la “regina del giallo” gioca con lo spettatore e si compiace di seminare sinistri cadaveri che subito dopo con acrobatico funanbolismo fa sparire e riapparire. Agatha Christie miscela magistralmente umorismo e suspence riuscendo a cavar fuori dall’ingegnoso intrigo un esplosivo cocktail colmo di tutti quegli ingredienti che si trovano nella più classica tradizione del “whodunit” (“Chi l’ha fatto?”) anglosassone. Ne scaturisce un travolgente meccanismo teatrale caratterizzato da una grande forza di coinvolgimento emotivo ed enigmistico, che il traduttore Edoardo Erba e il regista Stefano Messina (gli stessi dello spettacolo Trappola per topi, applaudita lo scorso anno anche sul palcoscenico della Corte) dimostrano di saper gestire con scorrevole eleganza, garantendo allo spettatore un’oasi di divertimento intelligente, grazie anche a un cast di attori straordinariamente affiatati.

Per La tela del ragno – in scena alla Corte da martedì 29 gennaio a domenica 3 febbraio 2013 - sono validi tutti gli abbonamenti (Fisso, Libero e Giovani), oltre che le consuete agevolazioni per studenti e gruppi organizzati in collaborazione con l’Ufficio Rapporti con il Pubblico.

Info: 010/5342300 - www.teatrostabilegenova.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.genovateatro.it
orari: feriali ore 20,30 - domenica ore 16
prezzi: 25,00 euro (1° settore), 17,00 euro (2° settore)
Prenotazioni a partire da martedì 22 gennaio

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport