Branciaroli alla Corte

Iniziano martedì 29 gennaio al Teatro Stabile di Genova le prenotazioni e le vendite dei biglietti di Servo di scena

di Ronald Harwood che da martedì 5 a domenica 10 febbraio sarà in scena al Teatro della Corte.

Prodotto da CTB Teatro Stabile di Brescia e dal Teatro de Gli Incamminati, Servo di scena (qui nella versione italiana di Masolino d’Amico) è diretto e interpretato da Franco Branciaroli, al fianco del quale sono Tommaso Cardarelli, Lisa Galantini, Melania Giglio, Daniele Griggio, Giorgio Lanza e Valentina Violo. Le scene e i costumi sono di Margherita Palli, le luci di Gigi Saccomandi.

L’azione si svolge nel 1940, quando Londra, pur devastata dai bombardamenti nazisti, riusciva a conservare l’”aplomb” che l’ha sempre contraddistinta. La vita procedeva meglio che poteva: pub e ristoranti restavano aperti finché una bomba non li distruggeva, i circoli e i club non variavano nemmeno gli orari di apertura e di chiusura. Anche il teatro continuava a vivere a dispetto della follia che sembrava sul punto di conquistare il mondo. E Shakespeare divenne non solo il poeta di un intero popolo, ma anche il suo profeta.

Servo di scena – primo grande successo teatrale di Ronald Harwood (1934), futuro premio Oscar per la sceneggiatura di Il pianista e autore di La torre d’avorio appena applaudito alla Corte con Luca Zingaretti - è soprattutto un inno al teatro, alla sua capacità di resistere in tempi difficili, alla sua insostituibilità. Nella figura “titanica” del capocomico-mattatore protagonista della commedia (qui Franco Branciaroli), e in quella del suo “servo” Norman (Tommaso Cardarelli), trapela la ragione profonda della forza del teatro, che resiste sempre e dovunque perché non ha padroni: è invincibile perché sopravvive a tutte le avversità e sa pronunciare le parole più importanti e profonde con ironia, senza mai perdere il sorriso.

Servo di scena racconta la storia di una di quelle compagnie eroiche e spericolate che continuarono a sopravvivere durante la guerra, e vi pone al centro un suo vecchio capocomico, “Sir” Ronald, attore shakespeariano un tempo osannato dalle folle e dalla critica. Colpito da malore proprio alla vigilia della “prima” del Re Lear, Sir Ronald sembra sul punto di dare forfait: sarebbe la prima volta nella sua onorata, lunghissima carriera. Ma Norman, il suo fedele servo di scena, da perfetto inglese non concepisce che si possa non andare in scena: gli spettatori hanno pagato il biglietto e hanno perciò diritto allo spettacolo. Costi quello che costi, anche il rischio di morire sul palcoscenico, magari dopo aver scambiato l’ennesimo bombardamento nazista per l’effetto-temporale (giunto però fuori tempo) previsto dalla tragedia di Shakespeare.

Per Servo di scena - in scena alla Corte da martedì 5 a domenica 10 febbraio 2013 - sono validi tutti gli abbonamenti (Fisso, Libero e Giovani), oltre che le consuete agevolazioni per studenti e gruppi organizzati in collaborazione con l’Ufficio Rapporti con il Pubblico.

Info: 010/5342300 www.teatrostabilegenova.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.genovateatro.it

orari: feriali ore 20,30 - domenica ore 16

prezzi: 25,00 euro (1° settore), 17,00 euro (2° settore)

Prenotazioni a partire da martedì 29 gennaio

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport