Mimmo Chianese fa “A qualcuno piace caldo”

A dieci anni dalla prima edizione italiana ritorna a calcare i palcoscenici italiani il nuovo Musical “A qualcuno piace caldo”

con la regia di Federico Bellone.

Interpreti principali sono Justine Mattera nelle vesti di “Sugar” , Christian Ginepro in quelle di “Jerry” e Pietro Pignatelli in quelle di “Joe”. Nel cast anche l’attore genovese Mimmo Chianese, già fondatore e curatore dell’indimenticato Teatro di Campopisano. Dopo alcune tappe in Puglia, il musical è arrivato al nord.

“Lo spettacolo c'è e sarà un successo per il testo divertente, le musiche, le coreografie, gli effetti visivi speciali fregoligraph - afferma Chianese - Io canto, ballo, salto, cambio scene, abiti in pochi secondi. Rappresento un orchestrale, un gangster, l'agente teatrale Poliakoff e il miliardario Osgood Fielding II. Gorgheggio e sgambetto come un ventenne in mezzo a una mare di girls. In risalto soprattutto e giustamente Justine Mattera, Christian Ginepro e Pietro Pignatelli che sono gli interpreti principali”.

Sono passati 50 anni dalla sua morte, eppure Marilyn Monroe continua ad essere un’icona amata e osannata in tutto il mondo. Per ricordarla, Federico Bellone ha deciso di portare a teatro il film “A qualcuno piace caldo”, che nel 1959 e stato considerato dai critici uno dei più bei film americani mai prodotti. Bellone ha messo in scena la stessa emozione e allegria con interpreti italiani di eccezione: una compagnia teatrale composta da 12 artisti tra interpreti e corpo di ballo. Dopo le tappe “di prova” in piccoli teatri della Lombardia e della Puglia, la prima nazionale è prevista per il 26 e 27 marzo 2013 presso l’EuropAuditorium di Bologna e successivamente il tour toccherà varie piazze tra cui Torino (Teatro Alfieri) per poi concludersi nella cornice del prestigioso Teatro Nuovo di Milano: 26 e 27 marzo Bologna Teatro EuropAuditorium; dal 16 al 21 aprile Torino Teatro Alfieri;  dal 7 al 19 maggio Milano Teatro Nuovo. Le canzoni aggiunte sono di A. H. Gibbs, Joe Grey, Leo Wood, Herbert Stothart, Harry Ruby, Bert Kalmar, Gerardo Matos Rodriguez, Matt Malneck,Fud Livingston. Traduzione, libretto e liriche italiane di Michele Renzullo.

“La versione "musical" del celebre film del 1959 diretto da Billy Wilder “A qualcuno piace caldo” afferma il regista Federico Bellone - rappresenta uno dei titoli più esilaranti del genere teatrale, pur non essendo nato direttamente per il palcoscenico. La sceneggiatura, che si presta in modo particolare a un adattamento teatrale, ed il riferimento alla musica jazz (infatti da una battuta del film si evince che l’aggettivo "caldo" del titolo è proprio dedicato a questa tipologia melodica), sfociano spontaneamente in quella che è una commedia musicale dalla struttura impeccabile. Questa nuova versione italiana dello spettacolo vuole riportare in primo piano i dialoghi e le situazioni irresistibilmente comiche del film e la sensualità leggendaria del mito di Marilyn Monroe, anche grazie alla celebre canzone "I Want To Be Loved By You", come se il tutto provenisse  direttamente dal film in bianco e nero e che, come per magia, diventasse realtà. L’espediente sarà infatti una particolare tecnica illusionistica, nota nel passato in Italia con il nome di Fregoligraph, in onore del famoso trasformista italiano Leopoldo Fregoli, che permette a interpreti in carne ed ossa di passare dalla proiezione su uno schermo alla realtà in palcoscenico e viceversa. La scenografia, quindi, avrà una connotazione di bianco-nero-grigio elegante e nostalgica, "rituffando" il pubblico come all’interno della pellicola. Per i costumi, invece, in onore al genere "musical" stesso e alla volontà iniziale del regista Billy Wilder e dell’attrice Marilyn Monroe di girare "A qualcuno piace caldo" a colori, saranno appunto coloratissimi e luccicanti. Le luci strizzeranno l’occhio allora anche alla fotografia delle pellicole anni ’50, e la fonica non vorrà dimenticare quindi gli effetti sonori propri del cinema. Infine coreografie “ruffiane”, comiche e sexy sul trascinante ritmo dei ruggenti anni ‘20 vorranno completare il quadro di una commedia dai toni esilaranti, facendo sì che il pubblico, all’uscita del teatro, oltre a un grande sorriso e a qualche postumo ridanciano, batta anche il tempo e fischietti qualche melodia di un irresistibile "Caldo" Jazz. Justine Mattera, che ha debuttato nel mondo dello spettacolo italiano di conseguenza alla sua particolare somiglianza con Marilyn Monroe, e date le sue molteplici esperienze nel mondo del musical, ci è subito sembrata l’interprete ideale per la dolce e ingenua Sugar Kane, Zucchero Candito, mentre Christian Ginepro e Pietro Pignatelli, due veterani del teatro musicale italiano, reduci da straordinari successi come “Grease”, “Sette spose per sette fratelli”, “Pinocchio”, “Vacanze Romane”, “Peter Pan” e “Il giorno della tartaruga” di Garinei e Giovannini, ci assicurano una verve e una professionalità nel canto, nella recitazione e nella danza, per dar vita rispettivamente a un Jack Lemmon e a un Tony Curtis italiani travolgenti”.

Paolo Fizzarotti

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport