Calcio mercato deludente per Genoa, Samp e Spezia

Ci si aspettava qualcosa di più, inutile nasconderlo, per tutti e tre i team liguri in serie A. Ieri sera, le tre compagini, alla chiusura del calcio mercato di riparazione, hanno un po' deluso i tifosi.

GENOA. Ok Strootman, centrocampista di livello mondiale. L'olandese ex Roma arriva in prestito (troppi prestiti) dai francesi dell'Olimpique Marsiglia, ma dietro di lui il vuoto. In difesa il Grifo appare più debole: via a sorpresa Bani al Parma (si rafforza una diretta concorrente, il centrale era cresciuto nelle giovanili rossoblù), ceduti in prestito sia un altro vecchio cuore rossoblù come Sturaro all'Hellas Verona che il danese Lerager al Copenaghen (ma era cercato dal Torino). Ceduto anche Parigini in prestito in serie B. In arrivo il difensore camerunense Onguene che non appare pronto per la serie A e un giovane rincalzo dalla Juventus come Danilo Portanova.

SAMPDORIA. Un solo botto di mercato, ma nel reparto dove non serviva vista l'abbondanza numerica: il centravanti classe 1992 Torregrossa dal Brescia. In uscita erano vicini Quagliarella alla Juventus (destinazione rifiutata dal bomber napoletano) e Lagumina al Pescara, Brescia e Salernitana, ma alla fine l'ex Palermo è rimasto in blucerchiato.

SPEZIA. Tutti aspettavano un botto in attacco ed uno a livello di terzini, invece il nulla dalle parti del "Picco". Pareva fatto l'arrivo dell'ex Inter Santon, classe 1991, ex azzurro, invece è sfumato anche lui. Nel mezzo, la nebulosa e repentina cessione societaria del patron Volpi ad un facoltoso fondo a stelle e strisce.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport