Altri restyling sui campi di calcio genovesi

Il campo di Bavari

Il campo di Bavari "San Giorgio"

Aria nuova sui campi di calcio dilettantistici genovesi. Grazie alla sinergia tra Comune di Genova e Regione Liguria, e con la collaborazione della Figc Lnd e delle società sportive genovesi, negli ultimissimi anni varie strutture ad 11 hanno subito dei profondi interventi di restyling.
In val Bisagno un nuovo manto lo hanno avuto il "Ca' de Rissi" a Molassana, il "Ligorna" alla Doria, il "XXV Aprile" e lo "Strinati" in via Mogadiscio. A ponente il "Felice Ceravolo" al Lagaccio, a levante il "Monsignor Sanguineti" a Quarto alta. <Credo che la volontà delle amministrazioni di centrodestra a Tursi e a piazza De Ferrari sia stata molto chiara - osserva Giuseppe Murolo, responsabile regionale Cultura di Fratelli d'Italia - ossia, si sono rivelate sempre dalla parte degli sportivi genovesi e liguri in generale, per offrire loro un miglior decoro, anche perchè nelle regioni a noi confinanti le strutture d'elite non mancano proprio. Il calcio è lo sport più praticato e seguito da noi italiani ed ora gli impianti genovesi, con i nuovi manti in erba sintetica di ultima generazione, presentano davvero un bell'aspetto, duraturo nel corso degli anni. Ma le novità non finiscono qui, in quanto dal prossimo 15 giugno partiranno i lavori per il rifacimento totale dell'impianto del "Morgavi" sulle alture di Sampierdarena. Si tratta di un grande investimento voluto dall'amministrazione di centrodestra: saranno totalmente rifatti e spostati di poco i campi ad 11 e a 5, nuovi spogliatoi e area parcheggi. Insomma una svolta attesa da decenni in Salita Millelire".

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport