Gozzi protagonista nella pagine nazionali

Il patron Antonio Gozzi in TRibuna al

Il patron Antonio Gozzi in Tribuna al "Comunale" di Chiavari

Mentre la campagna abbonamenti della sua Virtus Entella prosegue a gonfie vele toccando quota 750 tessere

staccate, lui, il patron dei "diavoli neri", Antonio Gozzi, è sempre più al centro delle attenzioni dei media nazionali. E chi l'avrebbe mai detto che la squadra di calcio chiavarese, sette stagioni fa ai nastri di partenza del campionato d'Eccellenza ligure, fosse ora in serie B e con una rosa all'altezza, con acquisti del calibro di bomber Sansovini, la punta Litteri, il portierone Pelizzoli, il regista Mazzarani e il difensore Rinaudo, più alcuni big tra i confermati.
Dopo aver sfondato sulla "Gazzetta dello Sport" con una pubblicità molto dolce e tenera sugli abbonamenti, ieri mattina è comparso un articolo che elogia il patron Gozzi, reo di aver dato vita ad un'area per famiglie e bambini all'altezza dei distinti del "Comunale", un unicum in Italia, con tanto di hostess che seguono i piccoli mentre i genitori guardano la partita, e poi una sorta di rimborso studio per i giovani liceali o universitari che si sono abbonati all'Entella. Il Banco di Chiavari, sponsor dei biancocelesti fin dall'epoca dell'Eccellenza (ora gli sponsor sono 120), dà 50 euro in un conto corrente ai giovani fans biancocelesti. E per questo duplice motivo Gozzi e la sua Entella sono finiti sui media nazionali. E a Chiavari c'è chi giura che Gozzi voglia portare l'Entella in serie A viste le sue immense finanze economiche. Qui c'è la regola del due: due stagioni in D, altrettante in C2, infine in C1. Ora siamo in serie B.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport