Una Samp da scudetto

Se il campionato fosse iniziato a gennaio, dopo le vacanze natalizie, la Sampdoria sarebbe in piena zona Champions

League, esattamente al secondo posto alle spalle di un fuggitivo Milan. In questa speciale classifica i rossoneri svettano con 21 punti, seguiti appunto da Palombo e soci con un bottino di tutto rispetto di 18 punti. La Sampdoria è davanti a squadroni come Inter, Lazio, Roma e la Fiorentina dell’aeroplanino Vincenzo Montella. Bene anche il Grifone: grazie alla cura Ballardini, Marco Rossi e compagni hanno totalizzato ben 12 punti, ossia gravitano in un tranquillo centro classifica.

Il merito di questo autentico exploit in casa Sampdoria è tutto di Delio Rossi. Il mister dallo sguardo da duro, che ama sorridere poco e odia ancora la Roma per via del suo passato sulla sponda biancoceleste (il dito medio alzato ai giallorossi è stata la riprova di questa acredine), ha letteralmente rigenerato la squadra, la tifoseria e l’ambiente in generale. Domenica dopo domenica la cura Delio Rossi ha portato i suoi frutti. Il reintegro in rosa di capitan Palombo è stato il via a un periodo magico, senza dimenticare che il Delio nazionale lo fa giocare al centro della difesa e non più in mezzo al campo.

Il 3-5-2 di Rossi ha forgiato una squadra che sa attaccare, sfrutta bene le fasce, copre gli spazi e al contempo risulta abbottonata in difesa. Complici questi risultati, tutti danno per scontato un prossimo rinnovo del contratto, ma lo stesso Rossi ha sempre gettato acqua sul fuoco esclamando da signore e sportivo vero: “Prima viene la salvezza, poi il rinnovo del rapporto di collaborazione”. Davvero un bel chapeau!

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport