L’arrivo di Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic

Avrà un bel compito il nostro amico Sinisa, serbo dal sorriso costante e affidabile. Infatti anche certe coincidenze

probabilmente non gli faranno piacere: dopo l’avvio casalingo con la Lazio (sua squadra molto vicina al cuore), ecco la trasferta di Milano con l’Inter, altra squadra che Sinisa conosce bene, e infine ecco arrivare il Catania altra squadra che lui ricorda bene.

Tre incontri, uno di seguito all’altro, che dovranno far capire anche se Sinisa sarà davvero il tecnico giusto per far risorgere la Samp. Garrone lo spera, lui anche.

Intanto si è portato con sé il fido Sakic, che ricordiamo terzino anni or sono. Un solo collaboratore: meno male, visto che solitamente i tecnici hanno con sé almeno tre o quattro “spalle”. Tutte ovviamente a carico della Samp.

Pensate: fra gli stipendi di Ferrara (ancora in essere), quello di Rossi e dei suoi collaboratori, e infine quello di Sinisa (900 milioni all’anno) siamo a circa nove, dicasi, nove milioni di euro lordi che dovrà sobbarcarsi il presidente Garrone. Qualcosa come diciotto miliardi di vecchi lire.

Vittorio Sirianni

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport