Braida se ne va

Braida in tribuna d'onore al Luigi Ferraris

Braida in tribuna d'onore al Luigi Ferraris

Er "Viperetta" colpisce ancora. Non ha quasi messo il piede in società che già alcuni cocci se ne vanno

per dirsi addio. Ariedo Braida, già operativo dal mese di aprile anche se non aveva mai firmato nulla con la Sampdoria di Garrone, ha elegantemente alzato i tacchi il giorno dopo dell'arrivo del nuovo funambolico ed istrionico presidente della Sampdoria, Ferrero, che promette in maniera azzardata lo scudetto facendo imbufalire gli stessi tifosi e scatenando al tempo stesso ilarità dai cugini rossoblù, che già sognano una Samp in B portata da uno che è stato di recente accusato di bancarotta fiscale.
Ma Braida potrebbe non essere il solo ad andarsene: in procinto c'è anche il ds Carlo Osti e (forse, così dicono dalle parti di Corte Lambruschini)  i due dell'area stampa blucerchiata, Alberto Marangon e Matteo Gamba. Inoltre bisogna valutare la situazione con Sinisa Mihajlovic, che domani vedrà a Roma Ferrero e trarrà le conclusioni. Il nuovo ds potrebbe essere Leonardi del Parma e con lui arriverebbe di sicuro Cassano e forse si sogna Parolo, ma la Lazio ha messo il veto.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport