La lettera di Ferrero

Il patron Ferrero scrive una lettera alla città di Genova

Il patron Ferrero scrive una lettera alla città di Genova

Il patron della Sampdoria Massimo Ferrero ha ancora una volta stupito tutti. Questa volta non con i suoi

stravaganti balletti sotto al Sud e corse dopo una vittoria, ma prendendo carta e penna e scrivendo una lettera rivolta i tanti genovesi alluvionati, ai 1500 negozi che forse resteranno chiusi per sempre. "Sono rammaricato per tutti i genovesi e ancor di più quelli che sono e che sono stati ancora una volta colpiti da questa tragedia. Stiamo nuovamente vivendo ore di angoscia, e con orgoglio vi posso dire che tutte le componenti dello sport italiano, che in questi giorni non ho mai smesso di contattare e sensibilizzare, hanno risposto al nostro appello per raccogliere fondi, che saranno messi a disposizione dei cittadini. Ringrazio il presidente del CONI, Giovanni Malagò, che ha subito risposto presente; il presidente Carlo Tavecchio, tutta la FIGC e il c.t. Antonio Conte che hanno scelto la nostra città come sede dell'amichevole della Nazionale azzurra del 18 novembre con l'Albania; il presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta, che ha attivato tutta la sua struttura: avremo a breve un conto unico dedicato, nel quale dovranno confluire tutti gli interventi del calcio italiano e degli italiani. Ringrazio Aurelio De Laurentiis, Claudio Lotito, Enrico Preziosi e tutti gli altri presidenti delle società con i quali ho parlato nelle ultime ore: sono tutti con noi e per voi.  
Avete la mia parola: vigilerò affinché con i fondi raccolti si facciano subito interventi importanti, insieme vinceremo anche la partita contro la burocrazia.  
Forza Genova: non sei sola!"

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport