Juric affranto

Si presenta in conferenza stampa con il volto cupo, imbronciato. Sente aria di esonero

, salvato solo dal turno infrasettimanale in programma tra due giorni. Ivan Juiric è teso e spiega dopo il ko casalingo con la Lazio, il terzo di fila (unica nota positiva la strabiliante doppietta di Pietro Pellegri, classe 2001): “Penso che anche a Udine, pur giocando una mezzora male, abbiamo avuto un'identità chiara. Adesso contro il Chievo bisogna recuperare le forze, vedere chi può giocare di nuovo. Spero di recuperare Biraschi, Bertolacci recupera e penso che sarà una partita fondamentale per noi per cercare di riprendere la strada. Il secondo tempo è stato molto positivo. Voglio recuperare i giocatori. Su cosa mi preoccupa possiamo stare tanto tempo. Dobbiamo riprendere a fare gioco come a Reggio Emilia o contro la Juve”.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport