Prandelli: rispetto!

Cesare Prandelli, classe 1957

Cesare Prandelli, classe 1957

Il tecnico del Genoa, Cesare Prandelli, fa buon viso a cattivo gioco. Dall'alto della sua esperienza

, capisce che la cessione del super bomber polacco, Piantek, classe 1995, pagato appena 4 milioni di euro dal Cracovia e ora rivenduto a 35 milioni di euro più bonus (vedi Bertolacci), fa cassa per il Grifo, ma fermenta ancora di più una piazza croccante, come quella del Genoa. Il Grifone è in zona retrocessione e la società vende il suo asse per fare cassa. Senza contare che sia Preiziosi, che Perinetti, in settimana, hanno tranquillizzato la piazza che sarebbe stato venduto a giugno. Prandelli, senza il suo bomber, si deve inventare la prima linea, con Pandev o Favilli al fianco di Kouamè (che era voluto dal Napoli). "Credo che per la gente di Genova, che paga l'abbonamento, ci voglia del rispetto, come questa città, ancora ferita, merita rispetto - ammette Prandelli in conferenza stampa - Assurdo giocare alle ore 15 di lunedì, una gara così importante contro il Milan. Piantek? Ora pensiamo al Milan, una cosa alla volta". In realtà, dopo Genoa - Milan, il bomber polacco firmerà un contratto di cinque anni da due milioni di euro a stagione e andrà a prendere il posto di Higuain (grave perdita per il nostro calcio italiano), diretto al Chealsea, alla corte di Sarri, che lo ha avuto al Napoli.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport